NELLA TRADIZIONE BERBERA ESSERE OMOSESSUALE O TRANSESSUALE ERA CONSIDERATA UNA BENEDIZIONE DIVINA

NELLA TRADIZIONE BERBERA ESSERE OMOSESSUALE O TRANSESSUALE ERA CONSIDERATA UNA BENEDIZIONE DIVINA

La persona che si è offerta volontaria per rispondere a queste domande ha preferito rimanere anonima e presentarsi usando il termine Tamazigh Tintziri, che significa " Quella del chiaro di luna".

Qual è il legame che ti unisce alla cultura e al popolo Amazigh?

Sono Amazigh da parte di mio padre. La mia famiglia è della zona del Rif (Marocco). E da parte di mia madre, un ramo è Amazigh in una parte della Kabylia (Algeria) e l'altro è Cale (Gitano). Ho anche del sangue basco.

Come viene percepita la diversità sessuale nella tradizione Amazigh?

Al momento, a causa dell'islamizzazione e dell'arabizzazione, non appare molto positivamente. Inoltre, la stessa arabizzazione forzata seguita dalla successiva colonizzazione occidentale ha fatto terminare molti simboli e tradizioni culturali. Al giorno d'oggi nel mio villaggio (che si trova in un posto sperduto sulle montagne del Rif) alcune di queste usanze sono ancora praticate anche se sono un po' mascherate e sono praticate anche in più luoghi del Marocco e dell'Algeria dove c'è una grande popolazione Amazigh o "berbera" come siamo conosciuti in altre lingue straniere. Nel nostro caso non è stata l'Inquisizione a uccidere e bruciare molte persone, ma sono stati gli arabi con il loro islam a imporre il loro libro sacro con il sangue, il fuoco e la spada, non senza resistenza, naturalmente. La regina di tutte le tribù berbere chiamate La Kahina  ha dato loro molta guerra, ma alla fine gli arabi hanno vinto e ucciso molte donne libere e anche molte persone trans e omosessuali, per le stesse ragioni: alcune per essere donne libere e potenti e altre per essere presunte "abominazioni". E poi sono arrivati gli occidentali con la loro legislazione. Sono stati loro a legiferare su queste cose.

Mia nonna, che si rese subito conto che io ero una di quelle persone, mi disse che nella vecchia religione prima dell'Islam, le trans e gli omosessuali erano considerati "magici", come "persone speciali" inviate dalle divinità come una benedizione di famiglia. È curioso che questo sia qualcosa che tende ad accadere in quasi tutte le religioni pre-monoteisiche ma che purtroppo non è sopravvissuto alcun testo scritto sull'argomento. Quale coincidenza che quando è venuto il Dio delle barbe e degli uomini molto virili, hanno cominciato a perseguitarci, ad odiarci e ad ucciderci... È così che la nostra storia è stata cancellata.

Questa intervista è solo un estratto di una intervista più vasta che comprende moltissimi altri campi e che potete trovare in lingua originale al link sottostante.

FONTE: http://www.tamaimos.com/2019/02/07/en-la-tradicion-amazigh-ser-homosexual-o-trans-era-una-bendicion-divina/

- Se ti piace Notizie LGBT metti mi piace alla pagina facebook QUI -

Posta un commento

0 Commenti