MADRID: MANIFESTAZIONE DI ESTREMA DESTRA NEL QUARTIERE GAY CON SLOGAN OMOFOBI (VIDEO E FOTO)

MADRID: MANIFESTAZIONE DI ESTREMA DESTRA NEL QUARTIERE GAY CON SLOGAN OMOFOBI (VIDEO E FOTO)

In Spagna, così come in altre parti di Europa (Italia inclusa), la destra populista sta prendendo piede. Ciò porta a gravi conseguenze come questa manifestazione che ferisce il quartiere gay di Chueca.


Sabato mattina, i residenti del quartiere Chueca di Madrid, il quartiere gay della capitale spagnola, si sono svegliati con una manifestazione neonazista contro la comunità LGBT+, l'immigrazione e per la razza bianca.

Manifestazione neonazista dalla Piazza di Chueca alla Puerta del Sol. Durante il percorso hanno gridato "fuori i fr0ci dai nostri quartieri".

Le immagini condivise sui social network hanno scioccato l'intera collettività e gran parte della società spagnola a causa delle grida acclamate dai manifestanti: "via i fr0ci dai nostri quartieri" o "via gli ammalati di AIDS da Madrid". L'odio verso gli immigrati è stato incitato anche da striscioni che recitavano: "Fuori i latinoamericani, fuori i negri".


Oggi ci attaccano verbalmente in una manifestazione, domani ci ammazzeranno in branco. Che il governo di Madrid non abbia bloccato questa manifestazione neofranchista è una cosa democraticamente inspiegabile.

Questa manifestazione illegale ha attraversato il quartiere di Chueca e si è conclusa a Puerta del Sol. In alcuni video si poteva vedere come gridavano ad una persona: "non sei spagnolo perché non sei bianco!". In altri, invece, si sentivano cantare inni franchisti o canti in favore di Hitler.

Le associazioni LGTB+ sono preoccupate.  L'avanzata dell'odio verso il collettivo LGTB+ nel paese e la crescente propagazione di atti di odio nella capitale, fanno sorgere la necessità di continuare a lavorare per porre fine alla LGTBIfobia.

La cosa peggiore di tutto questo è vedere le immagini e rimanere di sasso: i manifestanti gridano impunemente mentre vengono scortati dalla polizia questi proclami omofobi. La polizia è lì per proteggere e scortare i fanatici nel cuore di Chueca?


Ho sempre considerato Madrid una casa, un rifugio e un esempio per anni e anni. Mi fa profondamente male vedere come le strade che un giorno mi hanno accolto, oggi si sono fermate per fare sfilare il fascismo. Se la città è loro, questo ormai non è il posto che sento mio, né tornerà ad esserlo.
Oggi, 18 settembre 2021, le autorità hanno permesso lo svolgimento di una manifestazione di tipo neonazista per le strade di un quartiere centrale di Madrid. Possiamo vedere saluti romani, camicie nere e proclami minacciosi contro le minoranze discriminate.

Madrid è stata una delle città più aperte e tolleranti del mondo, è diventata la casa e l'oasi di molte persone LGTBQ+. Sono tempi bui in cui dobbiamo avere chiaro che non possiamo cedere spazio a persone che oggi ci attaccano verbalmente. La nostra libertà e le nostre vite sono in pericolo.

La Madrid tollerante del World Pride 2017 con tutti i musei, gli eventi e le manifestazioni dedicati alla comunità LGBT, sembra essere andata via per sempre: una manifestazione di ultra-destra si è impadronita delle sue strade più simboliche del quartiere gay, riempiendole di grida omofobe e violente e di messaggi razzisti. 

Denuncia alla procura

L'organizzazione Respeta LGTBIH, che raccoglie una 30ina di associazioni, ha presentato una denuncia alla Procura di Madrid per crimini d'odio, in base alla legge contro l'omofobia presente in quel paese, visto che sono stati pronunciati slogan e commenti che possono costituire crimini d'odio di LGTBIfobia, sierofobia e razzismo. L'organizzazione condivide l'indignazione per la celebrazione di questo evento, un ulteriore passo nell'escalation di odio LGTBIfobico che si è vissuto quest'estate in Spagna con attacchi continui alla comunità. Molti degli attaccati hanno notato che, mentre prima gli attacchi provenivano da persone adulte, adesso sono spesso causati da giovanissimi, appartenenti a partiti di destra.


L'organizzazione dichiara: "Non capiamo come questo tipo di manifestazione possa essere stato autorizzato, anche se siamo consapevoli del diritto vigente di manifestare. Tuttavia, osservando il tipo di espressioni lanciate durante la manifestazione, vessatorie e minacciose verso i gruppi LGTBIQA, i familiari e gli amici, le autorità avrebbero dovuto identificare coloro che lanciavano questi slogan, e avrebbero dovuto agire d'ufficio di fronte ai più che prevedibili crimini d'odio di LGTBIfobia, Xenofobia e Sierofobia. Questi tipi di atti dimostrano la necessità di un'unità sociale e politica democratica di fronte a tutti i tipi di crimini d'odio, al fine di proteggere la dignità, le libertà e i diritti fondamentali delle vittime."

La procura ha aperto un'inchiesta

La Procura ha aperto un'indagine per crimine d'odio omofobico, e il Pubblico Ministero ha chiesto informazioni sia alla Polizia Nazionale che alla Delegazione del Governo su questa manifestazione di questi ultras.


"Non c'era nulla che potesse limitare il diritto a manifestare", hanno detto fonti della delegazione del governo, che hanno affermato di non aver autorizzato nessuna marcia nazista o omofoba. Tuttavia, la Procura di Madrid ha spiegato in un comunicato di aver già aperto un procedimento penale per crimini d'odio omofobico: "Sono stati inviati rapporti alla Delegazione del Governo per raccogliere informazioni sul fatto che quanto accaduto durante la marcia organizzata da "Madrid Seguro" costituisca un crimine d'odio".

Anche se all'inizio il motivo ufficiale della manifestazione era diverso (contro l'agenda 2030-2050, creata per lo sviluppo sostenibile) . I manifestanti portavano striscioni con simboli nazisti e mostravano la loro repulsione verso la comunità LGTB e gli immigrati. Isabel Rodríguez, ministro della politica territoriale e portavoce del governo, ha dichiarato che agirà con forza totale contro questa manifestazione anti-LGTB, e Irene Montero, ministro dell'uguaglianza, accelererà "l'elaborazione della legge sui diritti LGTB e Trans".

Nel governo municipale, Inmaculada Sanz, portavoce e delegato per la sicurezza e le emergenze, ha descritto gli slogan gridati dai manifestanti come "inaccettabili in una società democratica", e il vicesindaco Begoña Villacís ha assicurato che "l'odio non deve entrare nelle strade di Madrid perché la capitale è libera e fuori dall'armadio".

FONTE: https://www.ambienteg.com/general/una-manifestacion-neonazi-recorre-chueca-al-grito-de-fuera-maricas-de-nuestros-barrios/#more-75287
https://www.cromosomax.com/58448-manifestacion-homofoba-en-el-barrio-de-chueca-en-madrid
https://www.togayther.es/noticias/lgtbifobia/un-grupo-de-neonazis-se-manifiesta-en-chueca-al-grito-de-fuera-maricas-de-nuestros-barrios/
https://www.togayther.es/noticias/lgtbifobia/la-asociacion-respeta-denuncia-a-los-neonazis-ante-la-fiscalia-de-delitos-de-odio/
https://shangay.com/2021/09/20/fiscalia-investiga-manifestacion-neonazi-chueca-como-delito-de-odio/
https://gayles.tv/la-fiscalia-investiga-la-manifestacion-neonazi-de-chueca-como-delito-de-odio/

- 🌈 Se ti piace Notizie LGBT metti mi piace alla pagina facebook QUI -

La manutenzione del sito e dei video richiedono un lavoro e costi continui che prima si coprivano tramite le rassegne dal vivo. Ti chiediamo di fare una donazione, anche simbolica, che premi il nostro sforzo che permette che arrivino in Italia notizie e video che non vedremmo mai.

Posta un commento

0 Commenti