LA GERMANIA DI SCHOLZ: PIÙ DIRITTI PER MIGRANTI, GIOVANI, DONNE E PERSONE LGBT

Recents in Beach

header ads

LA GERMANIA DI SCHOLZ: PIÙ DIRITTI PER MIGRANTI, GIOVANI, DONNE E PERSONE LGBT

- Una interessante evoluzione della Germania impensabile nel nostro paese. Qui i dettagli.

 

La Germania del 2025 sarà più progressista e amplierà i diritti dei migranti, dei giovani, delle donne e della comunità LGTBI se il prossimo governo guidato dal socialdemocratico Olaf Scholz rispetterà le promesse del suo accordo di coalizione. Dopo 16 anni di esecutivi guidati dai cristiano-democratici di Angela Merkel, il tripartito senza precedenti ha concordato un contratto che rivoluziona alcune aree, come i diritti riproduttivi delle donne e il diritto alla cittadinanza. La coalizione di socialdemocratici, verdi e liberali è determinata a modernizzare il paese sotto lo slogan "Osare più progresso".

Tutti e tre i partiti si sono rivolti ai giovani, il cui voto nelle ultime elezioni ha rivoluzionato il panorama politico tedesco. I liberali e i verdi hanno trionfato gli under 25. Se votassero solo loro, il cancelliere tedesco sarebbe Annalena Baerbock, la co-leader dei Verdi. I liberali hanno avuto molto successo tra coloro che hanno votato per la prima volta. Uno su quattro ha dato loro fiducia, quando il partito ha ottenuto l'11,5% dell'elettorato totale. Ecco perché una delle misure chiave del patto di governo è quella di permettere alle persone di votare a partire dall'età di 16 anni. Alcuni Länder già lo prevedono. Ora il tripartito legifererà per permettere agli adolescenti di votare al Parlamento europeo. Vuole anche che siano in grado di eleggere i membri del Bundestag, anche se questo è più complicato, poiché richiede un emendamento alla Costituzione tedesca.

Se il tripartito riesce a far passare tutte le sue proposte, sarà anche possibile comprare cannabis per uso ricreativo nella Germania del 2025. Sia i Verdi che i Liberali hanno sostenuto questa iniziativa perché credono che metterà fine al traffico illegale e fornirà entrate fiscali. Un recente studio dell'Università di Düsseldorf stima che la misura porterebbe quasi 5 miliardi di euro all'anno alle casse dello stato.

I cambiamenti proposti dal tripartito rappresentano un cambiamento radicale nelle politiche di migrazione e integrazione in un paese che avrà bisogno dell'arrivo di 400.000 stranieri ogni anno per coprire le sue carenze di personale. Uno straniero che si stabilisce nel paese nel 2020 potrà richiedere la cittadinanza tedesca nel 2025, dopo solo cinque anni di residenza - tre nel caso di "risultati speciali di integrazione", che non sono specificati - e potrà mantenere la doppia cittadinanza. Quest'ultimo punto riguarda decine di migliaia di turchi che rimangono stranieri dopo decenni di vita nel paese.
Dal diritto del sangue a una moderna legge sulla cittadinanza

Le nuove regole sono una notevole evoluzione rispetto alle rigide leggi degli anni '80 e '90, quando la cittadinanza si acquisiva praticamente solo per diritto di sangue (quando il padre o la madre erano tedeschi). "Creeremo una legge moderna sulla cittadinanza", scrivono i partner della coalizione. La Germania abbraccia il suo status di paese di migranti: "Per sfruttare il nuovo potenziale della Germania come luogo d'affari e di scienza, vogliamo rendere più facile per le persone di altri paesi studiare o formarsi nel nostro paese", dice il tripartito, che vuole anche facilitare le formalità per la comunità turca, quella conosciuta come la "generazione dei lavoratori ospiti". Per molto tempo, dice il tripartito, la loro integrazione non è stata una priorità. Ora, "in riconoscimento delle loro conquiste di tutta la vita", il livello di lingua che devono dimostrare per ottenere la cittadinanza sarà abbassato.

Il tripartito promuoverà cambiamenti che riguardano il collettivo LGTBI, come l'abrogazione della cosiddetta legge sulla transessualità, che sarà sostituita da una "legge di autodeterminazione". La coalizione vuole stabilire una procedura nel registro civile che permetta di cambiare la registrazione del sesso nello stato civile per mezzo di una semplice dichiarazione, come recentemente approvato dal governo spagnolo. L'accordo prevede attualmente che i trattamenti di riassegnazione del sesso siano "interamente coperti" dall'assicurazione sanitaria pubblica tedesca.

Finora agli omosessuali e ai transessuali è stato vietato di donare il sangue, cosa che il tripartito vuole anche abolire. Il testo prevede anche che quando un bambino nasca nel matrimonio di due donne, entrambe saranno "automaticamente madri legali".

Nella sezione dedicata alla lotta contro l'estremismo - la Germania considera il suo più grande problema di sicurezza l'estremismo di destra - i partner della coalizione introducono una novità che potrebbe anche finire come parte di una legge. Il registro dei crimini a sfondo politico attualmente non include i crimini d'odio contro le donne e gli omosessuali, cosa che ora vogliono riformare.

Se i partiti adempiono al loro contratto di governo, entro il 2025 molto sarà cambiato nei diritti riproduttivi delle donne, per esempio per quanto riguarda l'interruzione della gravidanza. L'aborto, dice il testo, "deve far parte dell'educazione e della formazione medica". C'è un articolo nel codice penale tedesco che rende difficile per i medici dare informazioni sulla procedura (219, che vieta la "pubblicità" dell'aborto). Il tripartito vuole abrogarlo. Dice anche di voler porre fine alle molestie contro le donne davanti alle cliniche da parte di sedicenti gruppi pro-vita. "La possibilità di abortire gratuitamente fa parte di un'assistenza sanitaria affidabile", dice.

Il tripartito è anche aperto ad ampliare la gamma di trattamenti di fertilità disponibili in Germania e quelli coperti dall'assicurazione sanitaria obbligatoria. La Germania ha una delle più alte percentuali di persone oltre i 65 anni in Europa e il tasso di natalità è inferiore alla media dell'UE. "Vogliamo offrire più sostegno alle persone che vogliono avere figli", dice la coalizione. I socialdemocratici, i verdi e i liberali studieranno la legalizzazione della donazione di ovuli - una tecnica legale in Spagna dal 1988 - e la "maternità surrogata altruistica", per la quale creeranno una commissione sulla medicina riproduttiva.

L'inseminazione artificiale con il seme di un donatore potrà essere eseguita "indipendentemente dall'indicazione medica, dallo stato civile e dall'identità sessuale", dice l'accordo, che promette anche di rivedere le restrizioni sull'età e sui cicli di trattamento a cui un paziente può essere sottoposto. Attualmente, le assicurazioni non coprono l'importo se la donna ha più di 40 anni o se la coppia non è sposata. Il governo federale coprirà il 25% dei costi, mentre l'intero importo sarà coperto in futuro, dice il tripartito. L'accordo incorpora anche misure per l'uguaglianza di genere e per rafforzare la lotta contro la violenza di genere, che in Germania è ancora in gran parte un argomento tabù, per il quale mancano le statistiche e che alcuni giornali chiamano ancora "crimini di passione".

FONTE: https://elpais.com/internacional/2021-11-25/la-alemania-de-scholz-mas-derechos-para-migrantes-jovenes-mujeres-y-lgtbi.html

- 🌈 Se ti piace Notizie LGBT metti mi piace alla pagina facebook QUI -

La manutenzione del sito e dei video richiedono un lavoro e costi continui che prima si coprivano tramite le rassegne dal vivo. Ti chiediamo di fare una donazione, anche simbolica, che premi il nostro sforzo che permette che arrivino in Italia notizie e video che non vedremmo mai.